Rometta piange Andrea Cordaro: medico ed ex sindaco del paese

27 Settembre 2020 Cronaca di Messina

Sgomento a Rometta per la scomparsa improvvisa di Andrea Cordaro, 68 anni, medico, attuale presidente del consiglio comunale (dal 2004) e già sindaco di Rometta (consiliatura 1995/1999). 

La ferale notizia ha lasciato attoniti cittadini, amici e amministratori locali. La figura del dott. Cordaro è stata ricordata dal primo cittadino, Nicola Merlino, e da coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato per le sue qualità umane e professionali. «Non posso ancora credere che Andrea non ci sia più, vorrei svegliarmi e vedere che sia tutto solo il frutto di un brutto incubo; nulla, per mille motivi, per me sarà più come prima, sia nella mia vita pubblica che privata», ha scritto il sindaco in un comunicato ufficiale.

Andrea Cordaro svolgeva ancora la professione di medico di famiglia, seguendo i suoi assistiti e non solo, con passione non facendo mancare ai pazienti la sua presenza nei momenti di bisogno. Nella giornata di oggi sarà allestita la camera ardente nell’aula consiliare, dalle ore 15,30 alle ore 20. Lunedì, giornata in cui sarà proclamato il lutto cittadino, si terranno i funerali nella chiesa Madre di Rometta superiore alle ore 16. Cordaro lascia la moglie Domenica Gazzara ed i figli Roberto e Simone.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione