Coronavirus, il bollettino del 28 settembre: 102 casi in Sicilia e un nuovo decesso

28 Settembre 2020 Cronaca di Messina

Centodue nuovi contagiati e un morto in più in Sicilia, dove mercoledì entrerà in vigore la nuova ordinanza regionale che impone la mascherina per strada e un giro di vite sugli assembramenti. Il totale degli attuali positivi è di 2.743: 294 ricoverati con sintomi, 15 in terapia intensiva (+1) e 2.434 in isolamento domiciliare. Sono 6.785 i casi totali, 3.733 i dimessi guariti, 309 i deceduti, con un incremento di soli 2.414 tamponi effettuati. A perdere la vita è una donna di 86 anni morta a Siracusa. Sul fronte della distribuzione territoriale Palermo ha 62 nuovi positivi, Catania con 12 e da Caltanissetta con 11 così come Ragusa. Trapani 5 nuovi casi e Messina uno.

In calo la curva epidemica in Italia, 1.494 nuovi casi oggi contro i 1.766 di ieri, ma come sempre il lunedì con meno tamponi: 51.109, 36mila meno di ieri e meno della metà rispetto ai picchi che si raggiungono a metà settimana. I casi totali salgono così a 311.364. Stabili i decessi, oggi 16 (ieri e l’altroieri 17), per un totale di 35.851. I guariti sono 773 (ieri 724), 225.190 in tutto. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

La regione con più casi è, per distacco, la Campania (+295), seguita da Lazio (+211), Veneto (+183) e Lombardia (+119). Nessuna regione a zero casi, la più bassa è la Valle d’Aosta con un nuovo contagio. Mentre segnalano vittime nelle 24 ore Lazio (3), Toscana (3), Lombardia (2), Puglia (2) e una ciascuna Liguria, Campania, Sicilia, provincia di Trento, Abruzzo e Sardegna.
Il numero delle persone attualmente positive aumenta di 705 unità (ieri +1.025), e supera quota 50mila: sono 50.323. Nuovo balzo dei ricoveri: quelli in regime ordinario sono 131 in più (ieri +100), e salgono a 2.977, mentre le terapie intensive crescono di 10 unità (ieri +7), 264 in tutto. Infine, 47.082 pazienti sono in isolamento domiciliare.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione