Reggio Calabria: il Questore Maurizio Vallone nuovo Direttore della DIA

1 Ottobre 2020 Mondo News

Il Questore di Reggio Calabria Dott. Maurizio VALLONE ha annunciato, sebbene precisando che manchi ancora la formalità della firma, che è stato designato a ricoprire una carica di vertice al Dipartimento della pubblica sicurezza. Ed infatti alle nomine di alcuni vertici al Dipartimento della pubblica sicurezza si aggiungeranno quelle dei nuovi dirigenti generali del Ministero dell’Interno e la nomina di alcuni Questori, nonché con delibera del CdM quelle di alcuni nuovi Prefetti.

Secondo quanto si comincia a delineare nella prima rosa delle nomine, il Ministero dell’Interno ha stabilito di assegnare l’incarico di direttore della Direzione investigativa antimafia (DIA) al Dirigente generale della Polizia di Stato Dott. Maurizio VALLONE. Quindi, per l’avvicendamento di Direttore della DIA è stato scelto il Questore di Reggio Calabria Dott. Maurizio VALLONE, che subentrerà in uno dei posti di vertice della Polizia, al Generale dei Carabinieri Giuseppe GOVERNALE.

La D.I.A. (Direzione investigativa antimafia) è stata istituita, nell’ambito del Dipartimento della pubblica sicurezza con il compito di assicurare lo svolgimento, in forma coordinata, delle attività di investigazione preventiva attinenti alla criminalità organizzata, nonché di effettuare indagini di polizia giudiziaria relative esclusivamente a delitti di associazione di tipo mafioso o comunque ricollegabili all’associazione medesima.

L’incarico di direttore non ha durata predeterminata e la legge non indica espressamente le procedure necessarie per la sua nomina. Tuttavia, per la designazione del direttore tecnico-operativo responsabile della Direzione Investigativa antimafia, vige l’alternanza fra esponenti di primo piano dei ruoli della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione