MESSINA: La Polizia chiude sala da gioco non autorizzata. Presenti all’interno diversi pregiudicati. Il corteo funebre per Rosario Sparacio fece sosta davanti alla sala biliardi

5 Ottobre 2020 Cronaca di Messina

Nuovi servizi volti a contrastare il gioco illegale in città. La Squadra di Polizia Amministrativa della Questura di Messina prosegue nella sua attività di controllo su tutto il territorio al fine di garantire idonei livelli di sicurezza e arginare il dilagante fenomeno della ludopatia.​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​

Di rilievo, nei giorni scorsi, le verifiche effettuate in quella che avrebbe dovuto essere la sede di un’associazione sportiva dilettantistica ubicata nell’area limitrofa al viale Europa, rivelatasi invece una sala​ biliardi non autorizzata.

Appurata la conduzione dell’attività​ in difetto di autorizzazione, ex art.86 del TULPS, i poliziotti hanno proceduto a contravvenzionare il gestore dell’esercizio, con precedenti di polizia a suo carico, con sanzione amministrativa pari ad euro​ 3.000,00. E’ stata pertanto disposta la cessazione dell’attività di sala da gioco abusivamente condotta. Accertata altresì la presenza di pregiudicati all’interno della sala da gioco.

Il predetto locale è il medesimo presso il quale il corteo funebre, in occasione delle esequie di Rosario Sparacio, fratello del collaboratore di giustizia Luigi Sparacio, fece un breve passaggio.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione