“Viviana è stata uccisa”. Il padre della dj morta insieme al figlio Gioele non ha dubbi

7 Ottobre 2020 Inchieste/Giudiziaria

“Mia figlia è stata uccisa”. Ne è convinto Luigino Parisi, padre di Viviana, la dj di origini torinesi trovata morta l′8 agosto poco lontano dall’autostrada Messina-Palermo.

“Le indagini sono state superficiali – ha aggiunto Parisi, intervistato nel corso di ‘Storie italiane’, su Rai 1 – Volevano chiudere subito il caso classificandolo come un omicidio-suicidio”.

Il padre della donna, morta insieme con il figlio Gioele i cui resti furono ritrovati poi il 19 agosto nella stessa zona, ha raccontato delle fasi successive all’allarme che hanno riguardato la famiglia Mondello del marito di Viviana: “quel giorno sono stati chiamati perché mia figlia si era dispersa nel bosco e sono stati bloccati dalla polizia a Sant’Agata di Militello fino a notte fonda mentre, invece, sarebbero potuti arrivare sul posto e avrebbero potuto trovare mia figlia e mio nipote vivi”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione