Messina, spaccio stupefacenti a Valle degli Angeli: chieste tre assoluzioni

13 Ottobre 2020 Inchieste/Giudiziaria

È stato il giorno della requisitoria, ieri, nell'ambito del processo di secondo grado scaturito dall'operazione antidroga “Fortino”. Alla sbarra coloro che hanno scelto il rito abbreviato, coinvolti nell'operazione della Squadra mobile che tolse il velo dalle attività di spaccio di un sodalizio che aveva il suo quartier generale a Valle degli Angeli. Il sostituto procuratore generale ha chiesto al collegio formato dai giudici Alfredo Sicuro (presidente), Maria Eugenia Grimaldi e Maria Teresa Arena, l'assoluzione completa per Angelo Mirabello, Paolo Francesco Musolino e Mario Orlando, mentre nei confronti di Paolo Mercurio, il venir meno della contestazione del vincolo associativo, con sconto di pena a 8 anni.

Chiesta, poi, la conferma delle condanne inflitte dal gup il 7 ottobre 2019 a Michele e Francesco Arena, padre e figlio (20 anni ciascuno), Antonino Bonanno (11 anni e 10 mesi), Filippo Cannavò (8 anni e 5 mesi), Ugo Carbone (7 anni e 8 mesi) e Pietro Raffa (7 anni e 6 mesi). Per la difesa hanno discusso gli avvocati Salvatore Silvestro, Francesco Tancredi Traclò, Giuseppe Donato e Daniela Garufi. La prossima udienza calendarizzata il 26 ottobre, giorno in cui sarà emessa la sentenza.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione