Sabato prendono il via le rappresentazioni del progetto “Residenze autonome teatrali – culture and performing arts”

22 Ottobre 2020 Culture

Dal 24 ottobre parte il programma delle Residenze Autonome Teatrali. Sono cinque le compagnie selezionate nel territorio siciliano per rappresentare al Teatro Vittorio Emanuele la sicilianità e la modernità.

Sabato 24 ottobre, alle ore 21:00, con replica domenica 25, alle ore 17:30, si comincia con la compagnia Diapason” che porterà in scena lo spettacolo “La Frittata” di Gianpaolo Pasqualino, liberamente ispirato a “Il treno ha fischiato” di Luigi Pirandello.

Il programma continuerà dal 7 novembre sino al 6 dicembre con le altre compagnie.

Sabato 7 novembre, alle ore 21:00, con replica domenica 8, alle 17:30, l’associazione Cinetatrale Rosemarylin con la Compagnia Teatro INFIERI porterà in scena lo spettacolo “Io, me adattamento teatrale e regia di Francesco Coglitore;

Venerdì 13 novembre, alle ore 21:00, con replica sabato 14, alle ore 17:30, l’associazione culturale Art Revolution porterà in scena lo spettacolo “Mio padre un magistrato” scritto da Clara Costanzo ed ispirato al libro di Caterina Chinnici;

Sabato 21 novembre, alle ore 21:00, con replica domenica 22, alle ore 17:30, il Collettivo Onirico porterà in scena lo spettacolo “Felice Cani” regia di Danilo Fodale, testo originario e drammaturgia Giuseppe Ingrassia;

Sabato 5 dicembre, alle ore 21:00, con replica domenica 6, alle ore 17:30, l’associazione di promozione sociale I giovani del Pirandello costituita dall’esperienza laboratoriale di ragazzi abili e diversamente abili andrà in scena con lo spettacolo “La Libertà di essere folli”.

Il costo del biglietto per ogni singola manifestazione è stato fissato in platea e I ordine di Palchi in € 20, I Galleria e II Ordine Palchi € 10 e in II Galleria € 5,00;

I posti a disposizione, nel rispetto delle disposizioni governative, sono 200.

Soddisfazione esprimono il presidente Orazio Miloro ed il sovrintendente Gianfranco Scoglio per la partecipazione delle compagnie che hanno ritenuto di condividere il progetto proposto dai direttori artistici Simona Celi Zanetti e Matteo Pappalardo.

Il Teatro, in tutte le sue componenti, è lieto di proseguire la propria attività nel rispetto delle misure di sicurezza anti COVID e di garantire al proprio pubblico la serenità necessaria per partecipare ad eventi culturali con i quali l’Ente, in sinergia con le compagnie, intende proseguire nel percorso di valorizzazione delle realtà del territorio siciliano.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione