Coronavirus, Confcommercio inoltra ricorso al Tar del Lazio contro il dpcm

9 Novembre 2020 Cronaca di Messina

Confcommercio ricorre al Tar del Lazio contro il ministero della salute e la presidenza del consiglio dei ministri per chiedere la revoca dell’ultimo Dpcm siglato dal premier Conte nella parte in cui dispone la chiusura e le stringenti limitazioni per il settore della ristorazione, tra cui bar, pub, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie. Un settore da svariati milioni di euro di fatturato che ora, grazie alle nuove limitazioni imposte rischia il collasso, spiega una nota dell’associazione di categoria.

Alla base del ricorso l’idea secondo la quale “il ministero della salute ponendo la Sicilia nello scenario di tipo 3 avrebbe posto in essere una decisione manifestamente ingiusta, irragionevole, basata su dati non resi pubblici o comunque non correttamente interpretati portando ad una ingiusta e ingiustificata disparità di trattamento delle imprese siciliane rispetto a quelle delle altre regioni”, ha spiegato Carmelo Picciotto, presidente messinese di Confcommercio.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione