‘Ndrangheta: rinviato a gennaio il processo contro l’avvocato Pittelli

9 Novembre 2020 Inchieste/Giudiziaria

Questa mattina davanti all’aula del vecchio palazzo di giustizia di Vibo Valentia è iniziato il processo che si celebra con rito abbreviato nei confronti dell'avvocato ed ex parlamentare di Forza Italia Giancarlo Pittelli, arrestato durante la maxi operazione Rinascita-Scott della Dda di Catanzaro. Il processo però è stato rinviato al 13 gennaio. Il rinvio è stato disposto dal tribunale - presieduto daTiziana Macrì - dopo che i pm della Dda di Catanzaro Annamaria Frustaci e Antonio De Bernardo, hanno fatto una richiesta in tal senso per attendere l'esito dell'udienza preliminare - in corso a Roma - davanti al gup distrettuale Claudio Paris che il 3 dicembre dovrebbe decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio per gli altri 456 imputati. La Dda, infatti, intende valutare la riunificazione dei due tronconi del processo. Contro la richiesta si sono espressi i difensori dei 4 imputati secondo i quali il rinvio dell'udienza intaccherebbe "inevitabilmente il diritto di difesa e in particolare il fatto che gli imputati hanno optato per il giudizio immediato", segnalando, pertanto, l'assenza di ragioni giuridiche che possano giustificare una simile riunione dei due procedimenti. I giudici, però, dopo una camera di consiglio hanno optato per il rinvio per valutare la riunificazione col filone principale in ordine alle questioni preliminari. Insieme a Pittelli sono imputati anche l'ex sindaco di Nicotera Salvatore Rizzo, l'imprenditore Mario Lo Riggio e l’avvocato Giulio Calabretta.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione