PINO FIRRARELLO CONTAGIATO DAL COVID

9 Novembre 2020 Politica

"Sono stato colpito, ma non affondato”. Ci risponde cosi il sindaco di Bronte Pino Firrarello. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente dopo la notizia della sua positività al covid 19. Firrarello, da casa sua, dove sta vivendo la quarantena, si mostra tranquillo, come se volesse esorcizzare gli effetti di un virus che nella maggior parte dei casi si mostra come una normale influenza, ma che può far soffrire. “Sabato avevo fatto il tampone. – ci dice – Ma l’esito era stato negativo. Poi domenica sera una leggera febbricola ha destato qualche allarme. Nulla di grave per carità, ma ho preferito ripetere il tampone che purtroppo questa volta, ahimè, è risultato positivo. Sto bene – conferma – ma per precauzione ho iniziato ugualmente le cure. Devo ovviamente usare la cautela del caso, ma vedrete che finirà tutto in una settimana”. Di annullare gli appuntamenti, come di riposto assoluto però non se ne parla proprio: “C’è il telefono – risponde – Ci sono i computer. Ieri è stata nominata la Giunta cui auguro buon lavoro. C’è tanto lavoro da fare. Non sarà certo una piccola febbre a piegarmi”. E così in casa il sindaco si è fatto sistemare una postazione di lavoro e per tutto il giorno ha telefonato a dirigenti e collaboratori. Per noi è stato difficile anche trovare la linea libera. “Non sono poi tanto diverso dalle 50 milioni di persone del mondo e dai tanti brontesi che dall’inizio della pandemia sono stati contagiati. Io ho fatto il possibile per usare prudenza e credo di aver rispettato tutti i suggerimenti per contenere il contagio. Certo però che ho incontrato diverse persone. Un sindaco non può certo esimersi dal farlo”. Ed anche per questo è partito il tracciamento dei contatti. La buona notizia però è che i componenti del suo staff in Comune, sottoposti tutti a tampone rapido, sono risultati negativi. “Meno male – aggiunge Firrarello – mi sarebbe dispiaciuto tanto. Sono costantemente in contatto con il Comune. Esaminiamo la situazione covid e se il caso non mancherà il mio apporto nelle decisioni da assumere”. E ieri è stato lo stesso Firrarello ad annunciare la sua positività attraverso un video sui social. Ad introdurlo è stato il nipote Carlo Castiglione, oggi consigliere comunale. “Ha già richiesto la firma digitale. – spiega Carlo Castiglione – continuerà a svolgere egregiamente il mandato da sindaco”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione