AVVOCATO ACCUSATO DI STALKING ASSOLTO A PATTI, LA NOTA DELL’AVVOCATO DI SANTO

15 Novembre 2020 Inchieste/Giudiziaria

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell'avvocato Fabio Di Santo, legale della donna, moglie dell'avvocato accusato di stalking.

La presente, nell'interesse della persona offesa e parte civile costituita, per richiedere la pubblicazione di doverose precisazioni in merito all'articolo di stampa diffuso ieri (e che pubblichiamo sotto) ed avente ad oggetto la notizia della intercorsa assoluzione ad opera del Tribunale di Patti, con formula piena, di un avvocato imputato del reato di stalking ai danni della consorte.

Occorre precisare, infatti, che il citato professionista è stato assolto con la formula “perchè il fatto non costituisce reato” e non con quella “perchè il fatto non sussiste”.

Si è, peraltro, in attesa del deposito della motivazione.

Ciò specificato, corre l'obbligo, altresì, rammentare, per completezza espositiva, che il suddetto avvocato, ancora oggi destinatario della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla moglie, con sentenza emessa dal Tribunale di Patti in data 15.04.2019, è stato condannato alla pena di anni quattro di reclusione per il reato di maltrattamenti perpetrato nei riguardi dei figli e della consorte, nonché per i reati di lesione e di stalking posti in essere ai danni di quest'ultima (la sentenza non è definitiva poiché appellata dai difensori dello stesso e si è in attesa della celebrazione dell'udienza dinnanzi alla Corte d'Appello di Messina).

Tale precisazione appare doverosa per il rispetto del lettore che potrebbe essere indotto a ritenere il professionista estraneo a qualsivoglia ipotesi di reato nei riguardi della moglie.

QUESTO L'ARTICOLO PUBBLICATO IL 13 NOVEMBRE.

"Sei lunghi mesi trascorsi ristretto in carcere prima di riacquistare la libertà, due pronunce favorevoli della Corte di Cassazione, una di accoglimento del ricorso della difesa, l’altra di rigetto del ricorso del PM, poco più di un anno di dibattimento prima di essere assolto", scrivono in un comunicato stampa i legali Favazzo e Prinzi nel dare la notizia dell'assoluzione del loro assistito.

"Erano da poco trascorse le 19, quando in un’aula deserta, alla presenza solo dei difensori dell’imputato - scrivono gli avvocati Nino Favazzo e Giacomo Prinzi - e del Pubblico Ministero di udienza, il Giudice monocratico del Tribunale di Patti, dottoressa Gullino, ha pronunciato la sentenza di assoluzione, con formula piena, dell’avvocato pattese accusato di stalking ai danni della ex moglie".

“Siamo sempre stati convinti della innocenza del nostro assistito - ha dichiarato l’avvocato Nino Favazzo - e la sentenza di assoluzione ne è la conferma. Certo niente potrà restituire, al collega ingiustamente accusato, il tempo sottrattogli con la ingiusta carcerazione, ma la assoluzione lo ripaga, almeno in parte, dalle sofferenze e dalle umiliazioni subite. Mi auguro che su questa triste e dolorosa vicenda possa oggi calare definitivamente il sipario e che il tempo a venire riesca a rimarginare ogni ferita”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione