Club Nautico Paradiso, al via l’attività di canottaggio per atleti con disabilità psicomotoria

16 Novembre 2020 Sport

Non solo sport agonistico per il Club Nautico Paradiso, dove i risultati sono tangibili e di grande valore tecnico grazie ai successi di Giovanni Calabrese, il più grande singolista del canottaggio italiano, bronzo in doppio Senior ai Giochi di Sydney 2000 e con l'attività ormai avviata con cui ad oggi il club si piazza al secondo posto a livello cittadino, ma anche attività rivolta ai ragazzi "speciali" che in questo sport possono trovare un importante momento di crescita fisica e mentale.

Il Club Nautico Paradiso ha avviato ormai da tempo un progetto, rivolto ad atleti con disabilità psicomotoria, che vede impegnati i giovani in sessioni di allenamento che permettono loro di partecipare ai vari circuiti di manifestazioni non competitive.

A guidare la parte tecnica sono Emanuele Passalacqua e Jole Venuti, particolarmente felici di poter guidare il settore sportivo del Club Nautico Paradiso.

“Sono molto orgoglioso del progetto che stiamo realizzando – ha affermato il responsabile tecnico Emanuele Passalacqua – e grazie al supporto di strutture esterne che si occupano di ragazzi con disabilità abbiamo avviato questo nuovo percorso. Allo stato attuale abbiamo con noi tre ragazzi con difficoltà psicomotorie, Riccardo, Emanuele e Maria Francesca, che si sono immediatamente inseriti nel gruppo e che stanno lavorando con molto impegno. Per loro ho riservato tre allenamenti settimanali, insieme a tutti gli atleti, in modo da creare un rapporto di integrazione ed amicizia oltre a prepararli fisicamente con molteplici attività motorie. Ciò che mi rende soddisfatto è vedere come i nostri tre ragazzi siano felici di praticare il meraviglioso sport del canottaggio e di come ogni diversità svanisca durante gli allenamenti”.

Il Club Nautico Paradiso, grazie all'impegno del presidente Dario Rossi, ha avviato un programma di rilancio che pone tra gli obiettivi la conquista di un titolo italiano.

“La squadra – ha concluso l'allenatore responsabile Emanuele Passalacqua – in due anni è cresciuta moltissimo; in poco tempo abbiamo quasi quintuplicato la presenza di atleti in tutte le categorie, oggi siamo in 30 organizzati in diversi turni con uscite in acqua giornaliere; la squadra agonistica si allena giornalmente, gli allievi ed i cadetti quattro volte alla settimana. Oltre all'intera società mi sento di dover ringraziare l'allenatore Riccardo Uccello che mi ha insegnato tanto di questo sport e che ancora oggi è sempre presente e fondamentale per la crescita del Club Nautico Paradiso”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione