I CARABINIERI DEL N.O.E. HANNO SEQUESTRATO 13 CASSONETTI DI RIFIUTI INDIFFERENZIATI PROVENIENTI DALLA RACCOLTA “EMERGENZA COVID 19”. DUE PERSONE DENUNCIATE

20 Novembre 2020 Cronaca di Messina

I Carabinieri del NOE di Catania, collaborati dai Carabinieri della Stazione di Pace del Mela, a seguito di un mirato controllo del Centro di Raccolta Rifiuti di Gualtieri Sicaminò, hanno rinvenuto, in un’area di circa 30 mq., nr. 13 cassonetti colmi di rifiuti indifferenziati, risultati essere stati originati dalle operazioni di raccolta dei rifiuti “domiciliari” degli abitanti dei Comuni di Pace del Mela e Gualtieri Sicaminò che, tra il mese di marzo ed il mese di maggio di quest’anno, erano stati dichiarati soggetti positivi o posti in quarantena domiciliare per contagio da COVID 19.

Secondo le direttive vigenti sulla emergenziale gestione di tale tipo di rifiuti, gli stessi avrebbero dovuto essere, obbligatoriamente trasportati e smaltiti entro 72 ore presso una discarica autorizzata, al fine di evitare ogni ulteriore possibile diffusione del virus.

Il Procuratore Capo dalla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, non appena ricevuta la comunicazione da parte dei militari operanti, ha direttamente convalidato il sequestro disponendo, a carico della società, l’immediata distruzione dei rifiuti. 

Indagati il titolare ed il responsabile della società appaltatrice del servizio di raccolta rifiuti dei citati Comuni. 

 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione