Gli ospedali di Lipari e Barcellona, l’ASP nomina una commissione d’indagine interna

24 Novembre 2020 Cronaca di Messina

L’ASP di Messina ha disposto una commissione di indagine interna per accertare le criticità riscontrate e descritte negli ultimi giorni soprattutto per quanto riguarda i ricoveri a Lipari e Barcellona Pozzo di Gotto. I risultati delle indagini dovranno essere trasmessi entro cinque giorni dall’inizio.

“Preso atto delle presunte criticità descritte dagli organi di informazione - è stato comunicato in una nota - relative a casi di ricovero di pazienti presso l’Ospedale di Lipari e presso l’Ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto, dove in quest’ultimo caso sono già pervenute a questa direzione distinte relazioni dei due reparti ospedalieri interessati fra di esse non coincidenti. La direzione generale dell’ASP di Messina ha disposto la nomina di una commissione di indagine interna, composta dal direttore sanitario Bernardo Alagna, dal direttore del dipartimento cure ospedaliere Paolo Cardia e dal Risk Manager Aziendale Antonino Giallanza, con carico di accertare i fatti trasmettendo le risultanze entro il termine di cinque giorni, anche ai fini di informare l’Autorità Giudiziaria qualora ne ricorrano gli estremi.”

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione