18 Dicembre 2020 Politica e Sindacato

Il Co.A.S contro il dirigente generale Asp: La Paglia non ha i requisiti per essere dirigente

Continuano le polemiche sul ruolo del direttore dell’Asp Paolo La Paglia, nel mirino questa volta del Coordinamento di Azione Sindacale Co.A.S. A essere in discussione questa volta è l’esperienza maturata dal direttore nel settore della “Organizzazione dei Servizi Sanitari di Base”  a Caltanissetta che gli è fruttata proprio la nomina alla dirigenza dell’Asp di Messina.

Secondo i sindacalisti dall’analisi dei diversi curricula di La Paglia l’incarico ricoperto di primario all’Asp di Caltanissetta, dal 1999 al 2018 come Direttore medico di Struttura Complessa (ex dirigente di II° livello,) è illegittimo. Per poter essere ammesso a quella selezione doveva avere maturato dieci anni di servizio alla data di pubblicazione del bando.

La Paglia non avendo all’epoca i 10 anni di anzianità di servizio nella disciplina oggetto della selezione, era privo dell’unico requisito che a lui avrebbe consentito di partecipare alla selezione, perciò non poteva essere “ammesso” né essere nominato Primario. La richiesta avanzata alla Regione è l’immediata revoca in autotutela della nomina a Direttore Generale dell’Asp di Messina. La questione, inoltre, sarà dai sindacalisti presentata tramite la Guardia di Finanza per essere indirizzata alla procura di Caltanissetta e Palermo.