Uil e Uil-Fpl soddisfatte per la nomina del Commissario per l’emergenza Covid a Messina

18 Dicembre 2020 Politica
“La Uil e la Uil Fpl di Messina esprimono notevole soddisfazione in merito alla nomina, da parte dell’assessore regionale alla salute avv. Ruggero Razza, della dott.ssa Furnari quale Commissario Covid dell’Asp di Messina. Anche se c’è voluto troppo tempo, i fatti ci hanno dato ampiamente ragione. Non era, infatti, assolutamente giusto e corretto che, in questi mesi di pandemia, una moltitudine di cittadini siano stati letteralmente abbandonati al loro destino per l’inadeguatezza amministrativa del direttore generale dell’Asp di Messina dott. La Paglia. Adesso, attendiamo la rimozione dello stesso manaaer o quanto meno le sue dimissioni. E’ del tutto ovvio che il dott. La Paglia, a questo punto, ha l’obbligo morale di spiegare con chiarezza alla collettività il preoccupante messaggio cifrato inviato qualche giorno fa, a mezzo stampa, relativo ad una delibera che avrebbe impegnato l’Asp per diversi anni e con un esborso di circa di 10 milioni di euro: si tratta di un fatto gravissimo. Alla neo-Commissaria la Uil e la Uil Fpl augurano buon lavoro e si dichiarano disponibili a collaborare nel supremo interesse dei cittadini-utenti”.

Lo hanno dichiarato Ivan Tripodi, Segretario generale UIL Messina, Pippo Calapai, Segretario generale Uil Fpl, e Corrado Lamanna, Coordinatore Area medica Uil Fpl.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione