PRC MESSINA: DE LUCA CHIEDA SCUSA PUBBLICAMENTE ALL’OPERAIO VITTIMA DEL SUO POST FACEBOOK

19 Dicembre 2020 Politica

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Antonio Currò, segretario del Circolo Peppino Impastato del Prc Messina sull’ennesimo "violento e gratuito attacco del primo cittadino nei confronti di un lavoratore (addetto alle pulizie delle strade), immortalato e dato in pasto agli utenti Facebook".

Abbiamo spesso ritenuto inopportuno pronunciarci pubblicamente sui post, sulle foto, sulle dirette e sui commenti pubblicati dal Sindaco sulla sua pagina facebook, poiché si sarebbe corso il rischio di alimentare una modalità comunicativa nevrotica, frenetica, populistica e istituzionalmente inappropriata.

Tuttavia, quando - in barba alla correttezza e alla responsabilità istituzionali - alcuni limiti vengono travalicati, diventa necessario intervenire per difendere la rispettabilità, la privacy e la dignità dei lavoratori e delle lavoratrici e, più in generale, dei nostri concittadini che in questi mesi sono stati il bersaglio e le vittime sacrificali della propaganda di De Luca.

Ieri, sulla pagina del Sindaco, abbiamo assistito all’ennesimo violento e gratuito attacco del primo cittadino nei confronti di un lavoratore (addetto alle pulizie delle strade), immortalato e dato in pasto agli utenti Facebook. La colpa del lavoratore? Quella di essersi seduto e di aver preso in mano il suo telefonino durante l'orario di lavoro. È del tutto evidente che quella foto non provi nessuna colpevolezza e che ogni tipo di discettazione in merito sia assolutamente inutile. Gli aspetti che più indignano e sui quali desideriamo invece porre l’attenzione hanno a che vedere con l'utilizzo deplorevole e spregiudicato della pagina facebook istituzionale del primo cittadino e con l’attività delatoria di alcuni cittadini, incoraggiati e formati dallo stesso De Luca: desideroso di trasformare la cittadinanza in un esercito di spioni da sguinzagliare per le strade della città, così da potersi eccitare dinnanzi alle imprese paladinesche di questo. Il nostro apprezzamento va invece a quei cittadini che con decine di commenti hanno condannato queste modalità e hanno difeso il lavoratore, gettato come di consueto nel tritacarne comunicativo del Sindaco.

Siamo stanchi di assistere agli attacchi violenti e gratuiti che De Luca sferra di continuo nei confronti di migranti, lavoratori e cittadini, al solo scopo di acchiappare qualche like e di appagare il proprio ego ipertrofico. Il Sindaco chieda scusa pubblicamente a questo lavoratore la cui privacy e dignità operaia sono state lese.  Ma, soprattutto, la smetta di alimentare il clima d'odio, di egoismo e di rancore in questo momento già particolarmente difficile per il Paese.

Antonio Currò

Segr. Circolo P. Impastato PRC Messina

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione