DE LUCA, ‘FINO AL 31 GENNAIO SCUOLE CHIUSE…’

7 Gennaio 2021 Politica

Cateno De Luca, in una diretta Facebook direttamente da casa sua e davanti ad una spremuta d'arancia, ha annunciato la volontà di non riaprire le scuole di ogni ordine e grado fino al 31 gennaio, esprimendo la sua preoccupazione per la continua crescita dei contagi nel territorio messinese..

“Per i prossimi 15 giorni bisogna stare calmi – ha detto il sindaco -  bisogna stare a casa per cercare di far decantare questa fase successiva alle feste che, al di là di tutte le restrizione, qualche movimento l’ha creato. Qualche cenone con più di quattro persone non appartenente al nucleo familiare, qualche  partita a carte qualcuno l’avrà fatta, come si evince dalle situazioni che stiamo riscontrando. Fino al 31 di gennaio – ha continuato - lasciamo le scuole chiuse, attiviamo la Dad, così decantiamo e poi magari apriamo gradualmente con asili nido ed elementari dove i contagi sono molto più bassi.Stiamo cercando dati, l’Asp non ci dice niente come è la situazione a Messina. Siamo all’omissione, pazzesco. Io non ci sto a questa situazione. La situazione è quella che è, lo sapete. Gli ospedali ormai sono stracolmi. Noi sabato assumeremo i nostri provvedimenti – ha concluso - ma penso che sia più congruo così, per 15 giorni facciamo decantare la situazione e poi si apre gradualmente. La strada del vaccino c'è”.

La valutazione sarà completata entro sabato quando è previsto un nuovo tavolo tecnico dopo quello di martedì scorso al termine del quale lo stesso De Luca ha firmato un’ordinanza con la quale ha sospeso la ripresa delle attività in presenza per tutta questa settimana.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione