LOCKDOWN A MESSINA: Confesercenti, “Ristori comunali solo un frangiflutti contro uno tsunami”

11 Gennaio 2021 Politica

Commercianti in ansia perchè da stamattina non sanno cosa fare rispetto ai provvedimenti, dal contenuto diverso, applicati a livello nazionale, regionale e comunale. Sono ripiombati di nuovo nell'incubo già vissuto qualche mese fa e, oggi, sono ancora più arrabbiati perchè Messina sarà ancora più "zona rossa" di quanto lo siano altre città nel resto d'Italia. In questa situazione prende posizione anche la sezione messinese di Confesercenti che commenta: "La situazione è sempre più drammatica per commercianti ed esercenti, già provati pesantemente dalle conseguenze economiche della pandemia, si trovano ad affrontare una nuova chiusura che si preannuncia devastante - afferma il presidente Alberto Palella - dalla ristorazione, già piegata dalle chiusure natalizie, all’abbigliamento con i magazzini pieni per i saldi che non si potranno svolgere, la quasi totalità del comparto del commercio privato è in pieno default».

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione