COVID: Addio a Corrado Lauretta, libero pensatore

23 Gennaio 2021 Culture

E' morto ieri, a 69 anni, dopo essere rimasto ricoverato per dieci giorni all'ospedale Papardo per le complicanze di Covid, Corrado Lauretta, giornalista professionista e anche titolare, in momenti diversi di alcune pizzerie, a Piazza del Popolo (la pizzeria 'Meeting') e in via Cesare Battisti ('El Nagual').

Lascia la moglie Mary e i due amati figli, Danilo e Alessia.

Prima pizzaiolo, poi bravissimo giornalista del Giornale di Sicilia, dopo qualche anno aveva deciso di tornare alla precedente attività, abbandonando definitivamente la professione giornalistica e il posto fisso, ma mai la scrittura. Una scelta coraggiosa, romantica. Non senza un caro pezzo da pagare.

Il nuovo locale divenne presto, oltre che per la sua specialità, le prelibate patate al forno, un luogo d'incontro per amanti della poesia e della scrittura.

Scrittore e filosofo di strada, fondò il 'club dei mentecatti' e scrisse alcuni libri di poesia e racconti ('Comiso ultima spiaggia', tra gli altri). Raggiunge il suo amico e compagno di penna e di tante nottate a dissertare sulla bellezza della vita, il giornalista Ubaldo Smeriglio, morto lo scorso anno dopo una breve malattia.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione