Trovato un telefono cellulare all’interno del carcere Madia

27 Gennaio 2021 Cronaca di Messina

Un telefono cellulare è stato ritrovato all’interno della Casa Circondariale Madia di Barcellona Pozzo di Gotto. Un telefono completo di sim e di carica batterie, scoperto durante una perquisizione delle celle.

A rendere nota la notizia è il segretario regionale dell’Osapp – Davide Scaduto – che dichiara “che, seppur afflitto da una grave carenza di poliziotti penitenziari, il Reparto barcellonese, ha eseguito l’operazione di polizia” .

“Sono ancora in corso le indagini e gli accertamenti che il caso richiede, prosegue Scaduto, ma è di tutta evidenza che operazioni di questo genere trovino il giusto riconoscimento” .

Nel concludere – il sindacalista dell’Osapp, pone l’attenzione “sulla circostanza che di recente, e finalmente, introdurre in un istituto penitenziario un cellulare è diventata una condotta penalmente rilevante”.  Le indagini della penitenziaria sono, adesso, indirizzate a ricostruire i contatti telefonici del detenuto e su come il cellulare sia arrivato all’interno del carcere.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione