2 Febbraio 2021 Politica e Sindacato

COMUNE, PASSA IL BILANCIO DI PREVISIONE

Il bilancio di previsione 2021-2023 è stato approvato dopo sei ore di consiglio comunale.

Diciannove presenti, sedici favorevoli, due contrari (Nino Interdonato e Piero La Tona di Sicilia Futura, che da giorni ammoniscono sulle incongruenze del documento di programmazione finanziaria) e un astenuto (il presidente del consiglio comunale Claudio Cardile), il previsionale passa, con una maggioranza anche più ampia di quella che si potesse preventivare stamattina, ascoltando gli interventi e le dichiarazioni di voto.

Dopo l’abbandono dell’aula da parte del Pd e di LiberaMe per protesta contro il sindaco dimissionario Cateno De Luca, seguiti dal Movimento 5 stelle, che sono rimasti fino alla bocciatura dei loro emendamenti, a far passare la delibera sono rimasti i quattro del gruppo Misto, (Serena Giannetto, Salvatore Serra, Ciccio Cipolla e Nello Pergolizzi), Libero Gioveni di Fratelli d’Italia, Daria Rotolo di Sicilia Futura, Benedetto Vaccarino di Ora Sicilia, Pierluigi Parisi, Nicoletta D’Angelo, Ugo Zante e Giovanna Crifò di Forza Italia, Giandomenico La Fauci e Francesco Pagano di Ora Messina, Giovanbattista Caruso (Bramanti Sindaco), Giovanni Scavello e Dino Bramanti (Lega).

Molti consiglieri, dopo avere votato, hanno però avuto parole molto dure nei confronti del documento e delle modalità con le quali è stato portato avanti, soprattutto in riferimenti agli emendamenti.