Serie A, il messinese Alberto Santoro dirigerà Udinese – Hellas Verona

5 Febbraio 2021 Sport

Messina torna in Serie A, e lo fa con l’arbitro Alberto Santoro, che domenica 7 febbraio, alle 15, dirigerà il match a Udine fra Udinese e Hellas Verona, assistito dall’équipe di arbitri composta da Alessandro Giallatini (Roma 2), Filippo Valeriano (Ravenna), dal quarto uomo Maurizio Mariani (Aprilia), dalla sala Var di Michael Fabbri (Ravenna) e dall’Avar di Alessio Tolfo (Pordenone).

E’ di settembre 2020 la notizia che l’arbitro Alberto Santoro avrebbe incominciato a fischiare in Serie B, riportando la sezione degli arbitri messinesi ai vertici del campionato italiano di calcio. Da quest’anno, poi, la Federazione italiana di calcio ha stabilito che anche i direttori di gara della Serie B avrebbero fischiato in Serie A.

Nonostante Alberto Santoro sia stato anche nominato tra gli arbitri migliori della Sicilia, però, su 201 sezioni dell’Aia in tutta Italia quella di Messina è l’unica realtà che non ha un centro d’allenamento e gli arbitri messinesi sono costretti ad allenarsi in strada per mancanza di un luogo adeguato dove potersi allenare al meglio. Sulla questione, era intervenuto anche il consigliere comunale del Movimento 5 stelle, Andrea Argento, chiedendo al Comune di Messina di intervenire.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione