13 Febbraio 2021 Cronaca di Messina e Provincia

Balconi sui Laghi, partono i lavori

Dal giorno in cui la lettera di dimissioni è stata stracciata il sindaco De Luca ha cambiato il suo approccio, solo fatti concreti, per ora, e niente spazi alle polemiche. «Siamo quelli del fare, noi», aveva dichiarato nei giorni scorsi in replica a chi lo accusava, e lo accusa, solo di sollevare polveroni e dar battaglia attraverso i social. Progetti in appalto, lavori consegnati, cantieri che aprono. Questa è la risposta dell’Amministrazione.

In settimana, si è cominciato con l’inizio degli interventi – attesi da trent’anni – di ampliamento della strada-budello che serve uno dei più importanti, e popolosi, complessi edilizi della città, denominato Messina Due e finora servito soltanto dall’angusta viuzza chiamata Salita Contino. Poi, con l’annuncio delle procedure di gara, già avviate o in itinere, relative a progetti di rigenerazione urbana, alla riqualificazione di piazza Cairoli e delle aree limitrofe, alla ristrutturazione di piazza del Popolo, al recupero, rifunzionalizzazione e valorizzazione di Castel Gonzaga e all’imminente operazione di sbaraccamento della più estesa delle “favelas” messinesi, quella di Fondo Fucile.

Fino a giungere al pomeriggio di ieri, con la consegna dei lavori per la realizzazione dei “Balconi sui Laghi”, un progetto condiviso da Comune e Città metropolitana, che intende fare della zona di Ganzirri e Faro un vero Lungolago, come quelli che esistono in altre ben più rinomate località, dal Garda all’Iseo, da Orta San Giulio al Lago Maggiore. Non siamo certo a quei livelli, ma è straordinaria la bellezza di quelli che nel passato venivano definiti “Pantani” e sono un “unicum” in un contesto urbano, un originale sistema di lagune e canali che non ha paragoni in altre città della Sicilia.

Da ieri, dunque, è scattato il conto alla rovescia: 180 giorni, come previsto dal capitolato d’appalto. I lavori prevedono: 1) il rifacimento del camminamento intorno al Lago grande e ai Canali; 2) il ripristino della staccionata dei due Laghi; 3) la potatura delle palme e il trattamento fitosanitario; 4) la riqualificazione di dodici affacci, denominati Balconi, comprensivi di arredo urbano e aree di sosta con pontile per l’attracco delle barche. L’importo totale è di un milione 200 mila euro.

«Questo progetto – ha dichiarato il sindaco De Luca – fa parte di un più ampio programma di riqualificazione della zona Nord con 5 interventi già ammessi a finanziamento». Si parte dalla mobilità dolce (Pon Metro), con lo stanziamento di oltre 6 milioni di euro e il compleamento della pista ciclabile (intervento da 1 milione 200 mila euro). Poi, la nuova pista ciclabile (con i fondi di Agenda Urbana), per un finanziamento di 900 mila euro. C’è anche l’impianto di raccolta delle acque meteoriche (fondi Po Fesr 2014-2020), per un importo di poco meno di 4 milioni.«Complessivamente abbiamo messo in campo 13 milioni 200 mila euro – afferma De Luca – per interventi sul territorio volti a migliorare i livelli di qualità della vita e l’attrattività turistica, paesaggistica, naturale e ambientale. Il resto dei lavori avrà inizio nei prossimi mesi e, comunque, entro settembre 2021».