Il deputato di Barcellona Alessio Villarosa espulso dal gruppo parlamentare Movimento 5 stelle

22 Febbraio 2021 Politica

“Che dire, ieri è arrivata anche a me la famosa lettera di espulsione. Sì, confermo a tanti che me lo stanno chiedendo, è arrivata”. Alessio Villarosa, già sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, non fa più parte del Movimento 5 stelle. Lo annuncia il deputato barcellonese nella sua pagina Facebook.

“Inizia con un “Caro Alessio” e termina con un “cordiali saluti”, nel mezzo: “Dal resoconto della seduta…..risulta che tu abbia votato in difformità dal gruppo……tale fatto, oltre a denotare il mancato rispetto delle decisioni assunte dagli iscritti con la votazione in rete e, conseguentemente, dagli organi del MoVimento, pregiudica l’immagine e l’azione politica del nostro gruppo parlamentare….pertanto dispongo la tua immediata espulsione dal Gruppo Parlamentare”, scrive il deputato. Che sulla procedura ha qualcosa da ridire.
“Le regole, o vengono applicate sempre o mai, se vanno a corrente alternata non possono definirsi “regole” a parer mio, ma questo è un altro discorso che non voglio intraprendere oggi, non ne ho le forze”, spiega. “Avevamo “ufficialmente” sollevato criticità ma sono rimaste “ufficialmente” inascoltate. Non ho preso una posizione ben precisa, per questo ho votato astenuto. In quel caso sì, sarei andato contro il volere degli iscritti ma le motivazioni sono ben altre. Ieri ho perso un pezzo di cuore, ma non mi fermo qua e rimango pienamente convinto della mia scelta, nei prossimi giorni vi racconterò tutti i passaggi. Oggi ho bisogno di stare un pò da solo. Io sono rimasto sempre lo stesso!”, conclude Villarosa.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione