Frana di Letojanni:​ “Ad agosto la carreggiata deve essere libera”

1 Marzo 2021 Cronaca di Messina
Regione Siciliana e Autostrade Siciliane sul cantiere della frana di Letojanni per verificare i complessi interventi di messa in sicurezza del costone, svolti sino ad ora, e il rispetto del cronoprogramma concordato. Erano presenti all’ispezione l’Assessore alle Infrastrutture della Regione Siciliana, Marco Falcone, il presidente del Consorzio per le Autostrade Siciliane, Francesco Restuccia, la vicepresidente, Chiara Sterrantino, e il direttore Generale, Salvatore Minaldi. All’incontro sono intervenuti inoltre i responsabili della Protezione Civile Regionale, che curano i lavori, la direzione lavori e i rappresentanti della ditta appaltatrice.
Al termine del sopralluogo, che ha messo chiarezza sullo stato di avanzamento dei delicati lavori e sul proseguo degli interventi che si svolgeranno nei prossimi mesi, è stata richiesta all’impresa la consegna della carreggiata lato monte percorribile per il mese di agosto 2021. Utilizzando tecniche e materiali moderni e affidabili sotto il profilo della resistenza e della durata nel tempo, operai e tecnici stanno lavorando sul pendio con l’installazione di reti ad elevata resistenza ancorate al terreno. Ampia parte la della paratia di sicurezza è stata messa a punto e a seguire si passerà alla realizzazione delle gallerie in cemento armato e pali d’acciaio.
I lavori di messa in sicurezza del nastro autostradale, avviati per un importo di circa € 20.300.000 dopo anni di stallo, porteranno al loro termine (previsto per l’inizio dell’anno 2022) alla realizzazione di una doppia galleria che coprirà entrambe le carreggiate. Un tunnel lungo 140 metri circa con una pila, a metà fra le carreggiate, che sosterrà le due gallerie, una delle quali attraverserà i detriti della frana.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione