Referendum sul comune di Montemare a Messina, la Regione respinge il ricorso: sì al voto

1 Marzo 2021 Politica

Il Comitato “Montemare Comune” comunica di aver ricevuto notizia stamattina dal proprio legale Filippo Brianni, che con Decreto decisorio n 167 del 17.2.2021 il presidente della Regione On.le Nello Musumeci ha definitivamente respinto il ricorso del Comune di Messina contro il decreto con il quale l’assessorato regionale aveva disposto il referendum. Il presidente ha ritenuto di fare proprie le considerazioni del parere del Consiglio di Giustizia Amministrativa che a sua volta aveva ritenuto la fondatezza delle contestazioni mosse al ricorso dallo scrivente comitato.
Respinta anche l’istanza cautelare. Ciò significa che quel decreto non solo è in vigore ma non è più opponibile. A questo punto non vi è più alcuno ostacolo al referendum che, passato il periodo di emergenza legato alla pandemia, dovrà tempestivamente essere svolto.

"È stata una battaglia lunga, dura ed estenuante - scrivono i rappresentanti del Comitato - iniziata con una prima strumentale “bocciatura” della procedura contro la quale abbiamo presentato ricorso al Tar e la Regione, prendendo atto della correttezza delle osservazioni da noi formulate nel ricorso con gli avvocati Filippo Brianni e Salvatore Smiroldo, ha revocato il decreto sostituendolo con quello che ha ordinato al sindaco di indire il referendum.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione