Consiglio comunale, Cristina Cannistrà è il nuovo capogruppo del M5s

2 Marzo 2021 Politica

Cristina Cannistrà è il nuovo capogruppo del M5s nel consiglio comunale di Messina. È quanto stabilito dagli esponenti pentastellati, che questa mattina hanno comunicato ufficialmente il “passaggio di consegne” al Presidente del Civico Consesso Claudio Cardile. La consigliera comunale succede così ad Andrea Argento, che lascia il suo posto alla collega in applicazione dei principi del MoVimento 5 Stelle, che prevedono la rotazione delle cariche pubbliche ricoperte in seno al Consiglio comunale per garantire a tutti i consiglieri eletti dai cittadini le medesime opportunità di crescita e di rappresentanza.

«A nome mio e dei colleghi Paolo Mangano e Giuseppe Fusco, faccio il mio personale in bocca al lupo a Cristina, con la certezza che sarà in grado di proseguire al meglio il lavoro portato avanti in questa consiliatura, che per tutti noi rappresenta la prima esperienza politica. Sono stati anni intensi e difficili, in cui ci siamo ritrovati spesso a dover lottare da soli contro tutto e tutti, nell’esclusivo interesse della città e dei cittadini. Nei prossimi mesi – commenta Andrea Argento - Messina dovrà affrontare delle sfide cruciali per il proprio futuro, in un clima esasperato dal Coronavirus e dalle tragiche conseguenze della pandemia. Noi continueremo a lavorare con la stessa abnegazione di sempre, portando avanti giorno dopo giorno la nostra attività di controllo e vigilanza grazie al supporto dei cittadini, dei nostri PortaVoce e dei rappresentanti delle Municipalità».

«Da oggi - spiega Cristina Cannistrà - avrò l’onere e l'onore di condurre l’attività del Gruppo consiliare, cercando di onorare al meglio il lavoro encomiabile fatto in questi anni da Andrea. È una sfida che affronterò con il massimo dell’impegno, come ho sempre fatto, mettendo a disposizione dei colleghi le mie capacità di ascolto e di sintesi per promuovere in maniera sinergica tutte le nostre proposte, le nostre iniziative e la costante attività di monitoraggio del territorio».

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione