Finisce l’era di Maria Grazia Furnari alla guida dell’Ufficio commissariale Covid di Messina. L’assessorato regionale alla Salute ha deciso di non prolungare l’incarico

2 Marzo 2021 Politica

Finisce l’era di Maria Grazia Furnari alla guida dell’Ufficio commissariale Covid di Messina. Nonostante l’orientamento sembrasse essere quello di una mini-proroga di un paio di settimane, il 28 febbraio, alla scadenza del suo mandato, l’assessorato regionale alla Salute ha deciso di non prolungare l’incarico della Furnari in riva allo Stretto. In questi giorni l’ufficio commissariale sta proseguendo le sue attività normalmente, sotto l’egida del direttore generale facente funzioni dell’Asp, Dino Alagna. Ma è possibile che già nelle prossime ore verrà nominato un nuovo commissario, anche in questo caso proveniente da fuori Messina. Marzia Furnari era stata nominata il 17 dicembre scorso e sotto la sua guida nella gestione dell’emergenza Covid si è riscontrata una oggettiva svolta, rispetto alla quale l’obiettivo sarà dare continuità, anche in vista della vaccinazione di massa ormai imminente.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione