Cambio all’Ufficio Covid 19 Messina: L’ex commissaria Furnari, “Siamo riusciti a governare l’emergenza, rivoluzionando il sistema”

3 Marzo 2021 Cronaca di Messina
Cambio di guardia all'Ufficio straordinario per
l'Emergenza covid di Messina: il nuovo commissario è​ Alberto Firenze​ che
prende il posto di​ Maria Grazia Furnari,​ nominata dirigente del Servizio 4
Programmazione Ospedaliera dell’Assessorato regionale alla Salute.
La Furnari lascia Messina dopo 70 giorni di intenso lavoro e notevoli
risultati, alla scadenza naturale del suo mandato, terminato il 28
febbraio, per ricoprire un incarico importante e prestigioso a Palermo,
affidatole dall’assessore​ Ruggero Razza.​ ​ Furnari è stata chiamata a
gestire la programmazione regionale della rete ospedaliera: in questo ruolo
potrà continuare a monitorare la gestione dell’emergenza, specialmente
nelle tre Asp Metropolitane, dovendosi occupare peraltro dei posti letto e
delle terapie intensive covid e non covid.
L'ufficio continuerà ad operare, come da mandato dell’assessore come
struttura “parallela”,​ assolvendo regolarmente ai compiti di
organizzazione, problem-solving, ascolto, consulenza e gestione
dell’emergenza coronavirus portati avanti in questi mesi dal Commissario,
in perfetta sintonia con il direttore generale facente funzioni​ Bernardo
Alagna.
Ruggero Razza, nel manifestare grande compiacimento per il servizio reso
dalla Furnari nei settanta giorni trascorsi nel ruolo di commissaria, ha
puntualizzato che oggi, quella dello Stretto è la provincia che registra la
minore percentuale di decessi rispetto ai contagiati in tutta la Sicilia, e
presenta tra gli indici Rt più bassi d’Italia. Razza ha inoltre assicurato
che le azioni intraprese e da intraprendere per fronteggiare l’emergenza
pandemica verranno portate a compimento sotto il coordinamento e il
monitoraggio attento dell’Assessorato della Salute e con un nuovo
Commissario di imminente nomina.
I prossimi traguardi, per la gestione commissariale in continuità con
quanto realizzato finora, saranno l'entrata in funzione del centro hub
vaccinale dello Stretto presso la Fiera di Messina, l'avvio presso
l'ospedale Papardo del funzionamento della stazione biologia molecolare per
4.000 tamponi al giorno, il completamento dei reparti di terapia intensiva
e sub intensiva al Policlinico di Messina.
“Ringrazio - ha detto Furnari - prima di tutti l’assessore Razza per la
fiducia e l’Assessorato della Salute per il nuovo prestigioso incarico che
mi consentirà di rientrare a Palermo" e aggiunge, senza nascondere una
certa commozione: "Messina mi è entrata nel cuore perché per sempre sarà
legata al ricordo di una mia esperienza lavorativa straordinaria non solo
dal punto di vista dei risultati professionali , ma perché la squadra che
si è formata intorno a me è stata ricca di valori umani e solidali,
necessari quando si affrontano situazioni complesse, al cospetto della
sofferenza delle persone, come quella in cui viviamo”.
“Abbiamo cercato,​ - ha detto ancora Furnari - attraverso un'accurata
pianificazione di valorizzare le risorse disponibili individuando soluzioni
ottimali creando squadre dedicate per risolvere diversi problemi,​ dalle
condizioni delle Rsa, all'avvio della campagna vaccinale, alla tempistica
dei tamponi,​ all’implementazioni delle degenze disponibili, al
monitoraggio continuo dell'evoluzione della pandemia, ad un adeguato
contact tracing e aiuto psicologico agli utenti. Ringrazio tutto il mio
staff e tutto il team dell'Ufficio Covid, è stato un periodo intenso ma
molto significativo, lo ricorderò con affetto”.
Il neo commissario​ Alberto Firenze, professionista dalla lunga esperienza
nel management sanitario, ha ringraziato la Furnari per il lavoro svolto e
si è complimentato per gli ottimi risultati: “Grazie al suo impegno e alla
collaborazione del suo team e del management dell'Asp sono riusciti ad
intervenire​ in modo celere​ per valutare, verificare e risolvere i
problemi derivati dall’emergenza Covid 19.
Proseguiremo il lavoro avviato,
presto partiranno vaccinazioni più consistenti grazie all'adeguamento dei
padiglioni in Fiera, la collaborazione delle aziende sanitarie e dei medici
di famiglia. Inoltre, con l'innovativa macchina in arrivo che permette
l’esame di 4000 tamponi al giorno, cercheremo di essere ancora più veloci e
di monitorare al meglio l'evoluzione della pandemia. Ringrazio
l’assessorato regionale alla Salute per la nomina , si tratta di
un'importante sfida che cercherò di assolvere con il massimo impegno con la
collaborazione dell'Asp di Messina e di tutto il team dell’Ufficio Cvid 19
di Messina”.
Il direttore F.F. dell'Asp,​ ​ Bernardo Alagna ha ringrazio la dott.ssa
Furnari per l'egregio lavoro svolto a Messina, e ha portato il saluto
dell’Asp al neo commissario dottor Alberto Milazzo dandogli il benvenuto in
città e​ assicurandogli​ massima collaborazione. Si è poi soffermato sulle
varianti del Covid 19 spiegando: “Stiamo monitorando la situazione in
provincia di Messina, ancora non possiamo confermare la presenza di
varianti, non avendo avuto i risultati dell'esame biomolecolare, comunque
ci faremo trovare pronti ad ogni evenienza e attiveremo i protocolli
previsti con la massima celerità”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione