Piano vaccinale per il personale del Comune, c’è il si della segretaria comunale. Che loda il grande impegno dei dipendenti

5 Marzo 2021 Politica

Di Edg - Non si è fatta attendere la risposta della segretaria generale del Comune di Messina, Rossana Carrubba, all'istanza da parte della Fp Cgil di attivarsi per includere tra i soggetti da sottoporre a vaccinazione volontaria il personale del Comune di Messina, con particolare riguardo a quelli in servizio negli uffici agli Affari Generali, Affari di Giunta e Consiglio, Urbanistica, Tributi, Cimiteri, uffici in cui si sono verificati numerosi casi di Covid.

La Fp Cgil, nel richiedere il piano vaccinale per il personale comunale, fa riferimento ad un documento del ministero della Salute in cui sono aggiornate le categorie di soggetti da vaccinare e l'ordine delle priorità da seguire.

La segretaria generale nel condividere la legittima richiesta e predisporre la richiesta all'Asp da sottoporre al sindaco ("anche in considerazione dell'impegno profuso"), sottolinea come in questo lungo anno di pandemia gli uffici comunali "hanno garantito quotidianamente il regolare svolgimento di tutti i servizi dell'Ente, prestando attività lavorativa in presenza per garantire i servizi di competenza comunale".

Giudizi che vanno in direzione contraria rispetto alle invettive del sindaco De Luca che dall'insediamento non ha risparmiato provocazioni, giudizi e aggressioni verbali nei confronti dei dipendenti comunali (“pigghiari u stipendiu a casa senza fari nenti”), il 90% dei quali in busta paga non supera dopo 30 anni di servizio 1270,00 euro, mentre altri sono monoreddito e il 70% ha lo stipendio mensile decurtato di 1/5 dello stipendio più il prestito della cassa mutua.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione