Sorbello a Russo: “Sullo Stadio il Pd fa un assist al Pd di Sciotto e all’Acr”

12 Marzo 2021 Senza categoria

Sente aria di inopportunità politica il consigliere comunale Salvatore Sorbello nel leggere l’interrogazione del collega Alessandro Russo sul bando di gara in corso per la gestione dello Stadio Franco Scoglio.

Il Pd e l’Acr Messina

Un’interrogazione che pone dubbi sull’offerta presentata dall’unico concorrente in gara, l’Fc. Il particolare non di poco conto è che a presentare l’interrogazione è un consigliere comunale del Pd (Alessandro Russo), esponente dello stesso partito di Sciotto, proprietario dell’Acr Messina, società rivale dell’Fc. Per di più presentata a ridosso del derby cittadini. Insomma, troppa carne al fuoco sintetizza Sorbello.

Sorbello: Pd incompatibile…..

“E’ strano fare interrogazioni mentre è in corso di svolgimento di un bando pubblico- scrive Sorbello– Credo in linea generale che il Pd, per noti motivi, sia incompatibile anche solo nel poter passare davanti allo Stadio San Filippo. Certe manovre, effettuate per destabilizzare l‘ambiente squadra alla vigilia di una partita importante, rischiano di turbare la partecipazione di una societa’ ad una gara pubblica che e’ ancora in corso di svolgimento”.

La politica stia fuori

Sorbello ricorda a Russo che la competenza sulle procedure di un bando non è del consiglio comunale ma della commissione aggiudicatrice che deve far rispettare le regole del disciplinare e della normativa. “Non spetta ai consiglieri comunali, magari vicini al presidente o al vicepresidente di una squadra iscritto al nostro partito piuttosto che a un altro, a dire alla commissione cosa deve fare o di cosa deve aver timore. C’e’ un dirigente che ha questo compito e che per ovvie ragioni non e’ stato nominato dalla politica per svolgere il suo lavoro. Il consiglio comunale, quale organo politico può intervenire quando si completera’ l’iter procedurale che coincide con l’assegnazione della gestione o con la bocciatura. In uno Stato di diritto funziona cosi’, ma il Pd, o parte di esso, questo, ancora probabilmente non l’ha imparato”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione