GERACI (M5S): SBLOCCATO IL PIANO DI RIGENERAZIONE URBANA

15 Marzo 2021 Politica

"Con lo stanziamento di 8,5 miliardi l’attuale governo, dando seguito al lavoro iniziato durante il Governo Conte, ha dato il via alla possibilità per i comuni con più di 15,000 abitanti di accedere ai fondi per la RIGENERAZIONE URBANA".

A parlare in una nota Alessandro Geraci, Vicepresidente Terza Municipalità della città di Messina.

"La città di Messina con oltre 100.000 abitanti nello specifico potrà beneficiare di 20.000.000 di euro, presentando PROGETTI entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del decreto.

Sarà un’occasione unica per migliorare il decoro urbano e ambientale e non posso non pensare ai tanti villaggi abbandonati e nel degrado della terza municipalità, come ad esempio la vallata di.

Queste risorse serviranno nello specifico per interventi di manutenzione o ristrutturazione, di aree ed edifici pubblici per finalità di interesse pubblico, demolizione di manufatti abusivi, progetti di mobilità sostenibile, ma anche culturali e sociali, come ad esempio il recupero ed il restauro di CASA CAMMARATA.

Invito quindi il Sindaco Cateno De Luca a non perdere questa occasione, attingendo oltre che al triennale delle O.P. anche alle tante delibere esitate dalla municipalità al fine di mitigare quanto possibile i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale che hanno da tempo diviso la città di Messina in cittadini di serie A e serie B".

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione