Covid: Nei laboratori dell’A.O.U. “G. Martino” di Messina le analisi per l’individuazione delle varianti

16 Marzo 2021 Cronaca di Messina

L'A.O.U. "G. Martino" di Messina rende noto che i propri laboratori hanno avviato la diagnostica molecolare per l'individuazione delle varianti SARS-CoV-2.​

Grazie al lavoro svolto dalle strutture dirette dai proff. Giuseppe Mancuso e Teresa Pollicino, l'Azienda fornisce ora alle strutture sanitarie preposte al controllo – a livello locale, regionale e nazionale – riscontri sulle cosiddette varianti "inglese",​ "sudafricana",​ "brasiliana", "nigeriana",​ "californiana", "scozzese" e sarà inoltre in grado di aggiornare gli esami rispetto ad altre eventuali varianti.​

I test diagnostici eseguiti prevedono l'utilizzo del sequenziamento di Sanger​ dell'intero​ gene "S", che codifica per la proteina virale​ Spike,​ e del Next-Generation-Sequencing (NGS) dell'intero genoma di SARS-CoV2.

Già nei giorni scorsi, gli esami effettuati presso l'Azienda avevano permesso, tra l'altro, di individuare i 2 casi di "variante inglese" contestualizzati a Castell'Umberto.​

Si tratta di un supporto fondamentale, in questa fase della pandemia, fornito agli organismi sanitari preposti al contenimento del Covid-19. Un impegno che, ovviamente, si aggiunge all'attività di analisi dei tamponi che prosegue ormai da un anno.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione