CALCIO: Il Cosenza richiama Pietro Santapaola

19 Marzo 2021 Sport

La vicenda del giocane calciatore messinese Pietro Santapaola, che ha denunciato il Cosenza Calcio per essere stato messo fuori rosa a causa del suo “cognome ingombrante“, si arricchisce di un nuovo particolare.

Il Cosenza calcio ha mandato una comunicazione “informale” - come rivela il quotidiano QuiCosenza.it - nella quale comunica al giovane attaccante della primavera che potrà rientrare non appena appena terminerà la quarantena dei suoi compagni e disposta dall’Asp di Cosenza per un caso di positività al Covid-19.

Il legale di Santapaola, Silvestro Salvatore, precisa che si tratta di una “comunicazione ufficiosa, perché in calce alla mail non vi è nessuna firma”.

“Mi farebbe piacere che la vicenda si chiudesse senza strascichi giudiziari - dichiara Silvestro - ma riteniamo che il presidente Guarascio dovrebbe formalmente scusarsi per l’accaduto e ufficialmente richiamare il ragazzo in squadra. Inoltre, nella mail si parla di fatti travisati, ma noi sappiamo bene che non è così e abbiamo le prove di quanto sosteniamo, ci sono i file audio che testimoniano quanto accaduto”.

Il legale ha quindi sottolineato che la denuncia non verrà ritirata fino a quando non arriverà una comunicazione ufficiale da parte della società sul reintegro del calciatore.

Anche la mamma del giovane calciatore è in attesa di atti ufficiali che consentano al figlio di poter ritornare in campo: «Nei prossimi giorni sapremo di più – ci ha detto Katia Sparacino – siamo stanchi di questa vicenda. Pietro era molto felice ed orgoglioso di essere un lupacchiotto del Cosenza e soprattutto di sudare la maglia per realizzare il suo sogno»

Intanto la Procura di Cosenza, che ha ricevuto gli atti dai carabinieri di Messina, a breve ascolterà il calciatore mentre, per il clamore mediatico suscitato, la vicenda è arrivata alla ribalta nazionale ed anche le Iene si stanno occupando del caso con un servizio proprio su quanto accaduto.

 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione