Domani si celebra la Giornata Mondiale sulla sindrome di Down. L’iniziativa della Meter & Miles

20 Marzo 2021 Culture

Si svolgerà domani la Giornata Mondiale sulla sindrome di Down.

All'appuntamento, nato per diffondere una maggiore consapevolezza e conoscenza sulla sindrome di Down, ha aderito anche UniMe che ha accolto la proposta del Presidente dell' Associazione Meter & Miles Saro Visicaro.

Si potrà testimoniare il proprio sostegno all'iniziativa, sulla pagina dell'associazione Meter & Miles, attraverso la pubblicazione di disegni, foto, video.

“Il nostro Ateneo mostra sempre grande sensibilità ed attenzione verso le problematiche sociali e la tutela dei più deboli - ha detto il Prorettore Vicario, prof. Giovanni Moschella - per questo motivo abbiamo accolto con grande piacere la richiesta dell’Associazione e riteniamo che tutte le istituzioni compresa l’Università debbano essere coinvolte nella risoluzione dei problemi delle persone che si trovano in situazioni di disagio, aggravate in questo momento articolare dall’emergenza sanitaria”.

“Per il secondo anno celebriamo questa Giornata Mondiale in periodo di pandemia – ha aggiunto il dott. Saro Visicaro – e sicuramente si dovrebbe e si può fare di più per le persone con disabilità e con la sindrome di Down che in questa fase hanno bisogno di maggiore sostegno rispetto ai tempi normali. L’approccio riguardo a ciò che riguarda la loro esistenza ed il loro modo di essere, in questo momento, dovrebbe essere ancora più attento e le Istituzioni avrebbero il dovere di fare quel passetto in più per alleggerire le loro difficoltà. Aderiamo a questa Giornata proprio per spronare Enti e Istituzioni e ringrazio l’Università di Messina per la sua sensibilità e per averci concesso questa occasione affinché il tempo che ancora manca per la risoluzione delle difficoltà legate al COVID-19 possa essere utile per la vita di queste persone”.

“Con amarezza l’Associazione rivendica a gran voce quei diritti sanciti dalla 'Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità' - ha sottolineato l’avv. Ester lsaja, Sportello dei diritti Associazione Meter & Miles – e in questo momento di isolamento e solitudine, certamente ancor più difficile e sofferto per le persone con disabilità e per le loro famiglie, chiede un reale coinvolgimento e maggior partecipazione di questi soggetti fragili e vulnerabili e di chi li rappresenta, a tutte le decisioni e in tutte quelle questioni concernenti il loro diritto alla salute”.

“La pandemia - ha dichiarato l’avv. Silvana  Paratore – ha influito sulle vite di tutte le persone e di tutte le famiglie, ma ha messo particolarmente in risalto i problemi e le necessità delle persone con disabilità. Le stesse associazioni di persone con disabilità, i portatori di handicap, i loro familiari stanno affrontando in solitudine ed abbandono,  le conseguenze delle misure drastiche adottate per contrastare l’emergenza epidemiologica. Il COVID-19 ha reso le persone con disabilità ancora più vulnerabili, ancora più escluse. Lo scopo della giornata è quello di sostenere con forza che tutte le persone con sindrome di Down dovrebbero avere piena partecipazione al processo decisionale su questioni che riguardano la loro vita”.

La Giornata Mondiale sulla sindrome di Down (WDSD – World Down Syndrome Day in inglese) è un appuntamento internazionale.

CoorDown – Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down – lancia la campagna di sensibilizzazione internazionale “THE HIRING CHAIN”, per affermare che l’inclusione lavorativa non è solo un diritto da garantire oggi più che mai per ogni persona, ma porta benefici nel contesto lavorativo e nella società tutta.

Aziende e datori di lavoro sono invitati a visitare il sito www.hiringchain.org dove è possibile mettersi in contatto con associazioni in Italia e in diversi paesi del mondo che garantiscono informazioni e il supporto necessario per sostenere gli inserimenti lavorativi delle persone con sindrome di Down nelle loro aziende o attività.

Le persone con sindrome di Down vogliono lavorare per le stesse ragioni di chiunque altro. Ma la maggior parte delle persone con sindrome di Down deve affrontare barriere e pregiudizi, mancanza di opportunità, basse aspettative e stereotipi. A sfatare i pregiudizi sulle loro potenzialità e i benefici dell’inclusione lavorativa sono le storie e le esperienze di aziende, datori di lavoro e giovani e adulti impiegati.

Ogni persona con la sindrome di Down ha la capacità di lavorare secondo le sue possibilità. L’obiettivo è trovare un ruolo che si adatti ad ogni individuo, in modo da poter svolgere il proprio lavoro con successo. Quando viene data la giusta opportunità, le persone con sindrome Down possono raggiungere grandi risultati e avere un impatto positivo sui colleghi, sulla soddisfazione del cliente, sulla cultura e sulla motivazione di tutta l’azienda. La diversità rafforza tutti i luoghi di lavoro. Un circuito virtuoso che fa crescere l’intera società.

Tra i supporter della campagna anche LinkedIn al cui interno vi è un team Social Impact la cui missione è di connettere coloro che sono in cerca di lavoro ed hanno barriere di vario tipo per trovarlo, con le risorse ed il network affinché possano trovare anche loro la giusta opportunità.

La campagna “The Hiring Chain” vede la collaborazione di Sting che canta la colonna sonora ufficiale:

La Giornata Mondiale sulla sindrome di Down (WDSD – World Down Syndrome Day in inglese) è un appuntamento internazionale – voluto da Down Syndrome International e sancito ufficialmente anche da una risoluzione dell’ONU — nato per diffondere una maggiore consapevolezza e conoscenza sulla sindrome di Down, per creare una nuova cultura della diversità e per promuovere il rispetto e l’inclusione nella società di tutte le persone con sindrome di Down. La scelta della data 21/3 non è casuale: la sindrome di Down, detta anche Trisomia 21, è caratterizzata dalla presenza di un cromosoma in più – tre invece di due – nella coppia cromosomica n. 21 all’interno delle cellule. Il tema della giornata mondiale di quest’anno è “CONNECT” e ha l’obiettivo di mettere in connessione la comunità mondiale delle persone con sindrome di Down in modi innovativi per continuare a sostenere pari diritti e opportunità. Nel 2020 in tutto il mondo la pandemia Covid-19 ha costretto ognuno ad adattare i modi in cui restiamo connessi e uniti. È stata una grande sfida, molte persone sono rimaste indietro, ma allo stesso tempo ha dato la possibilità di inventare con creatività nuove modalità di condividere. La giornata mondiale sarà l’occasione per dare voce sul web e sui social media alle persone e alle loro esperienze.

Gli hashtag ufficiali della campagna #HiringChain #WorldDownSyndromeDay #WDSD21.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione