25 Marzo 2021 Politica e Sindacato

Consiglio comunale: Si sono insediati La Paglia e Tamà

Si sono insediati ieri i due neoconsiglieri che, nell’aula del Municipio, hanno prestato giuramento, iniziando la loro nuova stagione politico-amministrativa. Si tratta di un ritorno in entrambi i casi. Rita La Paglia e Sebastiano Tamà, infatti, sono stati già in Consiglio comunale e adesso vi rientrano a seguito della dichiarazione di decadenza che ha colpito i due esponenti di Forza Italia Benedetto Vaccarino e Giovanna Crifò. Decadenza diventata operativa a seguito della notifica alla presidenza del Consiglio comunale della sentenza di “Gettonopoli” (l’inchiesta sui gettoni di presenza “gonfiati” che ha coinvolto alcuni consiglieri nel precedente mandato amministrativo) passata ormai in giudicato. Si tratta della sentenza della Corte d’Appello di Messina, sezione penale, numero 3382 del 20 dicembre 2018, confermata dalla Cassazione. E, dunque, si è resa indispensabile la surroga in Consiglio, prima di affrontare la nuova sessione con altri atti deliberativi e con, all’ordine del giorno, anche il dibattito sul waterfront e sul futuro della cittadella fieristica, dopo la demolizione dell’edificio che ospitava il vecchio teatro.

Vaccarino e Crifò erano tra i più “vecchi” consiglieri, in particolare Giovanna Crifò sedeva nello scranno di Palazzo Zanca dal lontano 1994. I due che hanno giurato fanno parte della coalizione di Centro-destra e sono i primi dei non eletti nella lista di Forza Italia alle Amministrative del 2018. Tamà, legato alla componente di Bernardette Grasso (in precedenza era stato tra gli autonomisti di Lombardo), aveva ottenuto 751 preferenze, Rita La Paglia 418.