100 anni fa la Fondazione della Basilica di S. Antonio in Messina. Dal post-sisma del 1908 al vaccino anti-covid: la speranza della rinascita

30 Marzo 2021 Culture
La Celebrazione in occasione dei 100 anni (3 aprile 1921 - 3 aprile 2021) della posa della Prima Pietra, per mano di S. Annibale Maria di Francia, della Basilica di S. Antonio in Messina, rappresenta, oggi come allora, la speranza della rinascita: ieri per il devastante terremoto del 1908, oggi per la gravissima pandemia sanitaria.
Padre Annibale Maria Di Francia sognava un Tempio maestoso, artistico, dove pregare Dio Padrone della Messe per le Vocazioni e S. Antonio di Padova, e nel 1906 lanciò un invito a tutti i devoti di S. Antonio affinché concorressero alla sua edificazione con l’obolo.
Il terremoto del 1908 non affievolì lo spirito rogazionista di Padre Annibale, anzi gli diede più vita: ci fu infatti uno slancio di devozione dei Messinesi e di tutti i fedeli nel mondo di S. Antonio, e finalmente avvenne la posa della Prima Pietra benedetta il 3 aprile 1921, gloriosa data nella storia della resurgenda Messina.
Il Centenario della Fondazione della Basilica di S. Antonio in Messina avviene in un drammatico momento di pandemia mondiale, ma anche oggi lo spirito di S. Annibale Maria di Francia e la devozione per S. Antonio di Padova rappresentano la speranza: infatti, grazie al vaccino distribuito a livello mondiale, possiamo finalmente debellare il Covid.
La conferenza stampa di presentazione degli Eventi della Celebrazione e del video promozionale del Centenario si terrà martedì 6 aprile, ore 10, presso la Basilica di S. Antonio (Via S. Cecilia n. 121, Messina) in presenza e con obbligo di uso mascherina e distanziamento sociale; presiederanno la conferenza Padre Mario Magro, Rettore della Basilica di S. Antonio; Francesco Gallo, Assessore alla Cultura del Comune di Messina; Giuseppe Ministeri, Presidente del Conservatorio Corelli; Milena Romeo, Presidente della società “Cara Beltà”; parteciperà in videoconferenza da Roma il Prof. On. Antonio Martino, messinese e già Ministro. Per partecipare alla conferenza stampa è obbligatorio prenotarsi all’indirizzo mail bytoeditore73@gmail.com.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione