Controlli della polizia municipale in supermercati e grandi strutture di vendita

1 Aprile 2021 Cronaca di Messina

Continua l’attività di controllo della Sezione di polizia specialistica della Municipale che sta effettuando numerosi controlli presso supermercati e grandi strutture di vendita al fine di prevenire frodi alimentari e illeciti commerciali soprattutto nel vigente periodo pasquale che come ovvio vede incrementarsi esponenzialmente la vendita verso il consumatore finale. L’attività, tutt’oggi in corso, ha già portato al sequestro di alimenti posti in vendita oltre la data di scadenza. I poliziotti hanno infatti accertato la presenza nei banchi di vendita di generi alimentari scaduti anche addirittura a ottobre dello scorso anno. Oltre al sequestro è stata comminata all’esercente una sanzione da 10.000 euro. Ma ancor più grave, visto la destinazione finale, è quanto accertato dagli agenti dell’annona presso un grande punto vendita ove si è appurato che erano poste in vendita dispositivi di protezione, con tanto di marchi CE del tipo ffp2, destinati a bambini. Non esistono tutt’oggi sul mercato dispositivi di protezione del tipo ffp2 omolologati e certificati per bambini, tanto che qualsivoglia certificazione ivi apposta non può essere ritenuta a norma, e quindi il rischio è quello di fare indossare ai piccoli bambini maschere non solo non certificate ma ancor più prive dei requisiti di sicurezza e filtraggio anticovid. Immediato è scattato il sequestro di una cospicua quantità di mascherine oltre ad una sanzione amministrativa di 30.000 euro per il gestore dell’esercizio. Pronta anche una informativa all’autorità giudiziaria per ritenuti rilievi penali riconducibili a quanto accertato dagli agenti e non è da escludersi ulteriori risvolti ancor più gravosi sulla vicenda.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione