30 Aprile 2021 Giudiziaria

‘TOTEM’, CHIESTA ASSOLUZIONE PER I 44 GESTORI DI LOCALI CHE AVEVANO INSTALLATO VIDEOPOKER

Il sostituto della Dda Antonella Fradà ha chiesto l’assoluzione per tutti gli indagati nel filone processuale dell’operazione antimafia Totem sul clan di Giostra, la parte cioè in cui vengono trattati i reati legati alla gestione del gioco d’azzardo e che vede soprattutto coinvolti i gestori di internet point e sale giochi.

Si va verso l’assoluzione quindi per 44 indagati di esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa, con l’aggravante ‘di aver commesso il fatto per agevolare l’attività dell’associazione mafiosa facente capo a Luigi Tibia’.

L’atto in questione si riferisce all’installazione e gestione in pubblici esercizi nel territorio di Messina, tra bar, rivendite di tabacchi, sale giochi, circoli e associazioni, di apparecchi terminali, strutturati nella forma di “Totem” e collegati alla rete internet, per effettuare gioco a distanza, in assenza di autorizzazione da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli o licenza.

Ecco i loro nomi:

Francesco Bitto, 40 anni; Natale Caruso, 44 anni; Paolo Chiaia, 52 anni; Maria Antonia Cicero, 38 anni; Antonio Civello inteso “Anthony”, 49 anni; Rosario Costantino, 47 anni; Massimo Currò, 42 anni; Paolo Currò, 52 anni; Luciano De Leo, 36 anni; Santi De Leo, 39 anni; Antonino Agatino Epaminonda, 49 anni; Roberto Ferrara, 45 anni; Francesco Forestiere, 41 anni; Francesco Gigliarano, 43 anni; Francesco Giuffrida, 52 anni; Antonino Guglielmino, 47 anni; Giovanni Ieni, 44 anni; Francesco Irrera, 40 anni; Luigi Irrera, 39 anni; Francesco La Camera, 40 anni; Roberto Lecca, 38 anni; Michele Lombardini, 44 anni; Orazio Margurio, 28 anni; Filippo Marsala, 31 anni; Anna Morana, 37 anni; Giovanni Pagano, 31 anni; Daniele Pantò, 38 anni; Concetta Pappalardo, 38 anni; Simone Patì, 29 anni; Veronica Pernicone, 29 anni; Carmelo Rosario Raspante, 57 anni; Maria Rello, 43 anni; Pasquale Romeo, 57 anni; Gaetano Russo, 31 anni; Toruccio Salvatico, 24 anni; Carmelo Salvo, 44 anni; Pietro Santamaria, 43 anni; Giuseppe Schepis, detto “U bumbularu”, 39 anni; Carlo Sergi, 49 anni; Luigi Tibia, 42 anni; Francesco Tomasello, 43 anni; Giovanni Versaci, 60 anni; Daniele Vinci, 28 anni; Ignazio Vinci, 31 anni; Giovanni Zanghi, 55 anni.