21 Maggio 2021 Attualità

La Meloni allo “Jaci”, Gioventù nazionale: Si vuole “mettere il bavaglio”

«L’Istituto comprensivo “Jaci” di Messina e la FIDAPA BPM Italy – Sezione di Messina – sono soggetti da qualche giorno ad un’inammissibile ed ingiustificato attacco mediatico da parte di movimenti e rappresentanti della sinistra, che tentano di censurare la presentazione del libro “Io sono Giorgia”, organizzata dall’Istituto e dall’Associazione sopra citata per la data del 25 maggio alla presenza anche dell’autrice del libro, l’On. Giorgia Meloni». A scriverlo, in una nota, sono Andrea Fiore (Coordinatore Gioventù Nazionale – Città Metropolitana di Messina)Emanuele Giglio e Aurelio Bringhelli (Coordinatori di Azione studentesca- Provincia di Messina), in riferimento alla presentazione del libro “Io sono Giorgia”, di Giorgia Meloni, all’istituto Jaci.

«È a dir poco sconcertante – scrivono – quanto si apprende dai giornali locali, ed in particolare, dalla nota stampa diramata dai “Giovani Democratici”, movimento giovanile del Partito Democratico, che definisce “diseducativo” per gli studenti la presentazione del libro della Presidente di Fratelli D’Italia. È paradossale che esponenti di partiti che sistematicamente e apoditticamente accusano i membri di “Fratelli D’Italia” e di non rispettare l’opinione altrui si rendono nel frattempo protagonisti dell’ennesimo tentativo di oscurare, di “mettere il bavaglio” a chi appartiene ad una fazione politica diversa, ed in questo caso, non gradita. Un bel modo per educare i giovani e le future generazioni sul concetto di libertà di pensiero e di pluralismo nelle scuole. Esprimiamo pertanto massima solidarietà all’Istituto scolastico e alla Fidapa”, dichiarano.