24 Maggio 2021 Attualità

Gennaro Capoluongo è il nuovo Questore di Messina

Il dirigente superiore della Polizia di Stato, Gennaro Capoluongo, lascia L’Aquila, sarà presto il nuovo Questore di Messina. Capoluongo prenderà il posto di Vito Calvino.

Nato a Frattamaggiore, in Campania, il dottor Gennaro Capoluongo è Consigliere Ministeriale del Signor Capo in materia di cooperazione internazionale. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Napoli, in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni all’Università degli Studi di Catania, è entrato nel ruolo di Commissario della Polizia di Stato nel 1988.

Dal 2001 ricopre diversi incarichi internazionali, assumendo successivamente la direzione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale. È esperto di crimine transnazionale e membro del Comitato europeo Interpol.

Arrivato all’Aquila a febbraio dello scorso anno, il Questore Capoluongo ha coordinato la polizia della provincia durante la pandemia da coronavirus. Il dirigente della Polizia di Stato ha sempre dato valore alla funzione della stampa e ha intrattenuto sempre cordiali rapporti con gli operatori dell’informazione, rendendosi disponibile a interviste e aprendo le porte della Questura ad eventi e celebrazioni che facessero avvicinare la Polizia di Stato il più possibile alle persone, ai cittadini.

LE ALTRE NOMINE DI QUESTORI

Mario Della Cioppa è il nuovo questore di Roma. L’attuale questore di Catania prende il posto di Carmine Esposito, nominato prefetto di Foggia dal Consiglio dei ministri dello scorso 17 maggio. Nato a Pescara, Della Cioppa si insedierà il prossimo 26 maggio. Al suo posto a Catania arriva l’attuale questore di Messina Vito Calvino e al posto di quest’ultimo nella città dello Stretto va appunto Gennaro Capoluongo, che lascia L’Aquila.

NOMINE E MOVIMENTI DI PREFETTI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese ha disposto le seguenti nomine e movimenti di Prefetti

Carmen PERROTTA – da Genova, assume le funzioni di Capo del Dipartimento per l’amministrazione generale, per le politiche del personale dell’amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie

Renato FRANCESCHELLI – da Padova a Prefetto di Genova

Raffaele GRASSI – da Foggia a Prefetto di Padova

Carmine ESPOSITO – nominato Prefetto di Foggia, anche con incarico di commissario straordinario del Governo per l’Area del Comune di Manfredonia

Darco PELLOS – da Direttore centrale per le risorse umane presso il Dipartimento dei vigili del fuoco a Prefetto di Ancona

Vittorio LAPOLLA – da Pesaro e Urbino, assume le funzioni di Direttore dell’Ufficio per il coordinamento e la pianificazione delle Forze di polizia presso il Dipartimento della pubblica sicurezza

Anna PALOMBI – da Arezzo, assume le funzioni di Direttore centrale per l’amministrazione generale presso il Dipartimento dei vigili del fuoco;

Tommaso RICCIARDI – da Trapani a Prefetto di Pesaro e Urbino

Maddalena DE LUCA – da Rovigo a Prefetto di Arezzo

Filippina COCUZZA – da Ragusa a Prefetto di Trapani

Giuseppe RANIERI – nominato Prefetto di Ragusa

Il Consiglio dei Ministri ha inoltre ratificato e disposto le seguenti nomine:

su proposta del Ministro per le politiche giovanili Fabiana Dadone, la conferma di Lucia Abbinante nell’incarico di Direttore generale dell’Agenzia nazionale per i giovani;

su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco, la conferma di Ernesto Maria Ruffini quale Direttore dell’Agenzia delle entrate e di Marcello Minenna quale Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, nonché il conferimento ad Alessandra dal Verme dell’incarico di Direttore dell’Agenzia del demanio;

su proposta del Ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, il conferimento dell’incarico di Segretario generale del Ministero a Benedetto Mineo;

su proposta del Ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani, il conferimento dell’incarico di Capo del Dipartimento per la transizione ecologica e gli investimenti verdi (DiTEI) a Laura D’Aprile, e dell’incarico di Capo del Dipartimento per il personale, la natura, il territorio e il Mediterraneo (DiPENT) a Maria Carmela Giarratano;

su proposta del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, il conferimento dell’incarico di Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici a Massimo Sessa e dell’incarico di Capo del Dipartimento per le opere pubbliche, le risorse umane e strumentali a Ilaria Bramezza.