21 Luglio 2021 Giudiziaria

Siracusa, Amara patteggia per Sai8 ma torna in carcere

Accolto il patteggiamento a 9 mesi di reclusione per l’avvocato Piero Amara e rinvio a giudizio per l’avvocato Attilio Toscano. Questo l’esito dell’udienza del procedimento della vicenda Sai8. Il capo d’accusa nei confronti dei due legali è quello di bancarotta preferenziale nei confronti della società che gestiva il servizio idrico a Siracusa.

Ma nemmeno il tempo di patteggiare a Siracusa per il caso Sai8 che per Piero Amara si aprono nuovamente le porte del carcere. Il tribunale di Sorveglianza ha infatti rigettato la richiesta di affidamento ai servizi sociali del legale siracusano ritenuto dominus del Sistema Siracusa.

Probabilmente a pesare sulla decisione del tribunale di Sorveglianza ci saranno stati anche gli ultimi sviluppi della procura di Potenza sul caso Capristo e Ilva che avevano portato l’avvocato di Augusta alla detenzione per tre settimane.

Eppure oggi sembrava una giornata positiva per l’avvocato Amara con il patteggiamento Sai8. Meno per il suo collega Toscano. I due secondo l’accusa con più azioni consecutive di un medesimo disegno criminoso concorrevano tra loro e con Monica Casadei e Marzio Ferraglio, separatamente giudicati con un patteggiamento di 2 anni ciascuno, nell’eseguire a scopo di favorire alcuni creditori, i pagamenti preferenziali a favore delle società P&G (di Amara) e Tsl Consulting (di Toscano) rispettivamente per 344.900 euro e 384.530 euro.

Per Toscano, quindi, prossima udienza fissata tra poco meno di un anno, vale a dire il 4 luglio del 2022 di fronte al Tribunale collegiale di Siracusa.

Per l’avvocato Amara, già noto per le varie vicende del Sistema Siracusa, invece, anche questa “parentesi” si chiude con l’accoglimento con parere positivo della Procura della Repubblica della richiesta di patteggiamento per un totale di 9 mesi (inizialmente la proposta del legale era di 6 mesi) con le attenuanti generiche ritenute equivalenti all’aggravante del danno di rilevante gravità alle ragioni dei creditori.