31 Agosto 2021 Attualità

Polizia: Antonio Sfameni lascia la guida della Squadra Mobile di Messina per quella di Trieste

Da domani, 1 settembre, si insedierà a capo della Squadra Mobile della città di Trieste il Primo Dirigente Antonio Sfameni, proveniente dalla Squadra Mobile della Questura di Messina, città in cui ha raccolto risultati eccellenti contro la criminalità mafiosa locale.

Dopo quasi cinque anni, il Dirigente della Squadra Mobile della Questura Giovanni Cuciti lascia la città di Trieste per prendere servizio alla Questura di Milano dove ricoprirà l’incarico di Dirigente della Divisione Anticrimine.

50 anni, ha svolto servizio a Genova e Firenze; ha diretto due Commissariati Distaccati in Sicilia, dove ha anche svolto l’incarico di Capo di Gabinetto e Dirigente della Squadra Mobile a Enna, così come è stato Capo della Mobile a Crotone e, appunto a Trieste.

A capo dell’Ufficio dal gennaio 2017, ha condiviso con tutti i colleghi della Squadra Mobile triestina numerosi successi investigativi, con la positiva esecuzione di diverse operazioni antidroga, a presidio delle aree sensibili, a contrasto dei reati contro la persona (si pensi che sono state svolte indagini per la commissione di ben otto fatti omicidiari), a contrasto dei reati predatori e contro il patrimonio, nonché in materia di criminalità organizzata e immigrazione clandestina.

Grazie al lavoro di squadra e nell’ambito delle investigazioni dirette dalla Procura del capoluogo giuliano, in questi anni sono poco meno di 600 le persone tratte in arresto e quasi 700 quelle denunciate.