Clio Evans, la moglie di Lele dei «Negramaro» svela il suo dramma: «Ecco la mia cicatrice»

12 novembre 2018

Abbiamo parlato tanto di lui, che si era sentito male a bordo piscina ed era stato portato d’urgenza in ospedale. Il mondo della musica era rimasto con il fiato sospeso per Lele Emanuele Spedicato, il chitarrista dei «Negramaro» colpito da emorragia cerebrale a metà settembre. Ora che lui è fuori pericolo è lei, la sua donna, il suo amore, a voler svelare il suo dramma.

Clio Evans, moglie di Lele, in un post su Facebook mostra le cicatrici sulla testa e spiega: «Era tanto che pensavo di mostrare questa cicatrice ma ogni volta c’era qualche lavoro da fare e non so perché persino un senso d’imbarazzo con cui confrontarsi. Ma quale imbarazzo? Quello che non ci uccide ci fortifica! Ora la espongo come gesto di solidarietà verso il mio amore Lele e verso coloro che stanno lottando per la guarigione. Con il giusto atteggiamento possiamo auspicare a superare le difficoltà che la vita a volte ci mette davanti. Ce la feci allora e ce la stiamo facendo adesso grazie al cielo, passo dopo passo». Clio non entra nei dettagli rispetto all’operazione chirurgica subita, ma il suo post in poco tempo viene commentato da centinaia di persone.

Clio, classe 1981, padre inglese e madre greca, attrice teatrale, ha sposato Emanuele Spedicato il 26 ottobre del 2017, e aspetta un figlio. In un post già durante le settimane di convalescenza del marito, aveva fatto riferimento ad altri problemi di salute, senza però entrare nello specifico: «Già due volte, per esperienze personali, la natura, il corso degli eventi mi hanno messa davanti all’ineluttabilità della vita. E alla consapevolezza della fragilità umana. Ma adesso è diverso perché lo STOP/PAUSE è accaduto alla persona più bella che io abbia mai conosciuto, al mio presente, al mio futuro. Al mio tutto. All’Amore in persona» aveva scritto su Instagram. E oggi ha rivelato il motivo di quelle parole.