Coronavirus: 272 migranti della Ocean Viking arrivata a Pozzallo. Subito in quarantena

23 Febbraio 2020

Subito in quarantena, appena sbarcati. La Ocean Viking, nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere con 274 migranti soccorsi a bordo, è arrivata a Pozzallo, porto indicato dal Viminale. La prefettura di Ragusa si sta organizzando per disporre l’accoglienza secondo quanto disposto dal ministero. I migranti saranno trattenuti in quarantena nell’hotspot, mentre l’equipaggio resterà isolato a bordo “per tutto il periodo necessario”. Spiega il ministero dell’Interno che “le autorità competenti provvederanno agli accertamenti e alla sorveglianza sanitaria ritenuti indispensabili”.

A bordo della nave delle Ong Sos Mediterranee e Medici senza frontiere, ci sono 272 migranti. Sono in tutto 208 adulti e 64 minori. Sono stati messi in salvo in tre distinti interventi tra il 18 e il 19 febbraio. Nel primo dei natanti soccorsi c’erano a bordo 98 persone (una donna, 82 uomini e 15 minori di cui 14 non accompagnati); nel secondo 84 (63 uomini e 21 minori) e nel terzo 92 (11 donne 53 uomini, 23 minori di cui 19 non accompagnati e 5 bimbi con meno di 5 anni). L’avvio delle operazioni di sbarco previsto alle 10. L’hot spot di Pozzallo è attualmente vuoto e sono stati completati alcuni piccoli interventi di manutenzione sotto il coordinamento della Prefettura di Ragusa.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione