Guccini su un gommone in mezzo al mare, a Bologna il murale di TvBoy

29 Ottobre 2019

Il Maestrone torna a casa, o lì vicino. È apparso nella notte tra via Libia e via Sabbatucci, a pochi metri da quel 43 di via Paolo Fabbri, un murales che ritrae Francesco Guccini attorniato da tredici big della musica italiana. E stamattina il cantautore vi ha fatto visita, vedendolo anche lui per la prima volta. L’opera, firmata dallo street artist TvBoy (noto per il disegno del bacio tra Salvini e Di Maio), rappresenta la copertina del disco “Note di viaggio. Venite avanti” di cui uscirà il 15 novembre la prima parte e che conterrà reinterpretazioni di brani di Guccini arrangiate e prodotte da Mauro Pagani e firmate da Ligabue, Manuel Agnelli, Malika Ayane, Samuele Bersani, Brunori Sas, Luca Carboni, Carmen Consoli, Elisa, Francesco Gabbani, Giuliano Sangiorgi, Margherita Vicario e Nina Zilli. Tutti raccolti attorno al Maestrone a bordo di un gommone in mare, un riferimento alle tragedie dei migranti.

“Molte canzoni di Guccini rappresentano la mia poetica, che racconta temi sociali caldi, mi piaceva l’idea di lanciare un messaggio attuale di cui anche lui ha in qualche modo parlato, spero sia un’opera che segni un momento e rimanga nella memoria”, spiega Tvboy, che nella notte oltre a questo murales istituzionale, commissionato dalla casa discografica Bmg coi permessi del Comune, ne ha disegnato un altro, spontaneo, in via San Vitale. Raffigurato, in quello, Guccini con in mano il cartello “Venite avanti”

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione