La bellezza della Murgia tra ruderi e panorami

16 maggio 2018

“La via che collega i comuni più interni del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Altamura, Gravina, Poggiorsini è per me sinonimo di meraviglia. La percezione spazio temporale è completamente alterata rispetto ai ritmi frenetici imposti dalla città”. Così Pietro Amendolara presenta la sua mostra Murgia mia, una raccolta di scatti sull’affascinante e visivamente pacifico paesaggio dell’altopiano pugliese. Un incrocio di natura, ruderi, masserie, caselli ferroviari e dimore segnate dal tempo, segni della vita campestre. Un contrasto di bellezza rispetto al grigiume della quotidianità urbana. La personale di foto è organizzata dal Comune di Capurso, con il coordinamento operativo del network aggregativo Mordi la Puglia, presso la sala eventi della biblioteca D’Addosio. Il curatore è Michelangelo Romano. L’evento conta sul patrocinio dell’Uif, l’unione italiana fotoamatori, è resterà a disposizione dei visitatori fino a sabato 26 giugno, dal lunedì al venedì, dalle 9 alle 12:30 e dalle 16 alle 19,30 e il sabato dalle 9 alle 12,30