Inge Feltrinelli e il ricordo del nazismo: “Sulle strade puzza di morte, la borghesia fingeva di non sapere”

20 settembre 2018
“Quando passavo davanti al campo di prigionia per andare a scuola sentivo la puzza di morte, una puzza infernale. Ma i genitori dei miei amici a Weimar erano tutti nazi. Perché la borghesia non ha mai detto niente? Non potevano non sapere”. In questa intervista, tratta da “Inge Film” di Simonetta Fiori e Luca Scarzella, la regina dell’editoria internazionale Inge Schönthal Feltrinelli ricorda la sua infanzia in Germania e l’orrore della persecuzione degli ebrei durante il regime nazista.