5 Febbraio 2008 Mondo News

PONTE STRETTO: DI PIETRO, FONDI NON SONO STATI TRASFERITI

ROMA – A 17 mesi da quando, con un apposito decreto legge, il governo decise “di definanziare la costruzione del ponte sullo Stretto di Messina, destinando le risorse gia` stanziate alla realizzazione di opere piu` urgenti in Sicilia e Calabria“, “incredibilmente, quelle risorse non sono state ancora trasferite e non possono essere utilizzate“. E` quanto rimarca il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro. “Preso atto di questo insopportabile ritardo – osserva il ministro in una nota – negli ultimi giorni ho scritto ancora una volta al ministro dell`Economia, Tommaso Padoa Schioppa, per sollecitare con urgenza tutti gli adempimenti necessari al trasferimento delle risorse al ministero delle Infrastrutture, che nei mesi scorsi, con la Presidenza del Consiglio e le Regioni interessate, ha individuato i progetti da realizzare con quei fondi: le metropolitane di Palermo, Catania e Messina e parte della strada statale 106 Jonica in Calabria“. “Allo stesso tempo – prosegue Di Pietro – mi sono rivolto anche al Presidente del Consiglio, Romano Prodi, e ai Presidenti delle competenti commissioni parlamentari, Ermete Realacci e Anna Donati. A Prodi, in particolare, ho chiesto di impegnarsi a sua volta affinche` il dicastero dell`Economia ottemperi a quella che resta una previsione di legge, operazione dunque in ogni caso possibile anche a un Governo dimissionario e che ci permetterebbe di fare fino in fondo il nostro dovere a tutela dell`interesse dei cittadini“.